FACEBOOK TWITTER 081- 579 28 32 339 850 14 36

Manomissione contatore enel

Manomissione contatore enel

Spesse volte si sente parlare di manomissione contatore enel oppure di collegamento abusivo alla rete elettrica. Tuttavia pochi sono a conoscenza delle modalità di attuazione e specialmente delle gravi conseguenze in caso di contatori enel truccati per rubare energia.

Come manomettere il contatore della luce

manomissione contatore enel premi quiI trucchi che vengono utilizzati per rubare energia elettrica sono i seguenti:

– posizionare ad esempio un magnete ( Calamita contatore enel ) accanto al contatore enel così da rallentare il conteggio del consumo dell’elettricità.

– violare il sigillo presente sul contatore e manomettere il software, così da far apparire un consumo ridotto rispetto a quello reale ( Contatore enel contraffatto ).

– o ancora, in presenza di un contatore meccanico e non elettronico, inserire un oggetto che sia in grado di bloccare la rotella ivi presente.

Ci sono poi casi in cui piuttosto che effettuare una vera e propria manomissione del contatore enel, si provvede ad allacciare il proprio impianto al contatore di un’altra persona. In tal caso siamo di fronte ad un allaccio abusivo enel.

Le due procedure evidentemente sono molto diverse l’una dall’altra.

Infatti nel primo caso il contatore enel manomesso è sempre tuttavia collegato al nome del titolare del contratto.

Mentre nel secondo caso, il consumo del contatore è collegato al nome di un altro titolare di contratto di erogazione di energia elettrica.

Manomissione contatore enel conseguenze

In presenza di una manomissione ( ma anche di allaccio abusivo ), l’Enel potrà rendersi conto dell’anomalia ed inviare i propri tecnici.

Se i tecnici Enel riescono ad appurare una condotta dolosa, non faranno altro che redigere un verbale rilevando le eventuali manomissioni.

Ed è da questo momento che avranno inizio i veri problemi per chi ha posto in essere la condotta illecita.

Innanzitutto, si fa presente che alterare il rilevamento dell’energia elettrica integra il reato di furto tra l’altro aggravato perché commesso con mezzi fraudolenti.

Se ciò non bastasse, l’Enel potrà può chiedere ai danni del responsabile anche il risarcimento dei danni subiti.

Ma non finisce qui!

Infatti, a fronte della manomissione, l’Enel provvederà ad effettuare una ricostruzione storica dei consumi di energia elettrica utilizzando il principio della presunzione, ricalcolando i prelievi di energia.

Furto energia elettrica come difendersi

Innanzitutto è bene respingere qualsiasi accusa mossa nei propri confronti inoltrando all’enete erogatore una missiva con la quale evidenziare tutte le circostanze probanti la propria innocenza.

Rappresentando ad esempio che non si è possessori del contatore Enel incriminato oppure che lo stesso si trova in una strada pubblica e non sia stato ben protetto.

In ogni caso, tutte le volte in cui si verifichino tali spiacevoli eventi, è assolutamente consigliabile contattare subito un legale che con le dovute conoscenza sarà in grado di garantire un’adeguata difesa contestando l’accertamento operato dall’Enel.

Al riguardo si precisa che lo studio legale SAL offre adeguata assistenza legale penale a tutte le persone che hanno subito tale tipologia di accertamento.

********

Vuoi conoscere tutti i  servizi legali offerti dallo studio legale SAL ?

CONTATTACI SUBITO

Tel. Fisso

Cellulare

WhatsApp

E-Mail