FACEBOOK TWITTER 081- 579 28 32 339 850 14 36

Fac simile lettera al fondo vittime della strada

Fac simile lettera al fondo vittime della strada

Come è noto ai sensi dell’art. 287 del codice delle assicurazioni, l’azione giudiziaria deve essere preceduta da una lettera di messa in mora inviata sia alla Consap che al fondo vittime della strada. L’Azione può essere intrapresa decorsi 60 giorni dal ricevimento della raccomandata per i casi di cui all’art. 283, lettere a), b) e d) e decorsi sei mesi per l’azione danni di cui alla lettera c), cioè se l’impresa è in liquidazione coatta amministrativa.

Di seguito è possibile consultare un fac simile della lettera di messa in mora al Fondo vittime della strada per richiedere ed ottenere il risarcimento danni.

(art. 283, lett. a, b, d,  d.lgs. 209/2005: a) sinistro cagionato da veicolo o natante non identificato; b) sinistro cagionato da veicolo o natante non coperto da assicurazione; d) sinistro cagionato da veicolo posto in circolazione contro la volontà del proprietario

 

Studio legale avv. …………….

Via …………….. – ……………….

Tel. e fax: ……………………….

 

Raccomandata A.R.

 

Spett. Impresa di assicurazioni

………………………………………., Via ……Città……….

Nella qualità di impresa designata quale fondo vittime della strada.

E P.C.:

Consap – Fondo di garanzia vittime della strada.

Consap SPA – Via Yser, 14 – 00198 Roma.

Oggetto:  richiesta di risarcimento dei danni relativi alle ipotesi a), b) e d), art. 283 del d.lgs. n. 209 del 7 settembre 2005 (codice delle assicurazioni private).

 

Spett.le società,

avendo avuto incarico dal sig. ………………………., nato a ………………, residente in ………………, c.f. ……………….., di professione ………………. e con reddito annuo pari ad euro ……………………………,

ESPONGO QUANTO SEGUE

1) In data ………………………, alle ore ……………………., in ……………., alla via ………………, il sig. ……………….., mio assistito, percorreva regolarmente la strada alla guida del veicolo del tipo ………………………. tg. ……………………………

2) Improvvisamente veniva urtato da una veicolo che:

– non era possibile identificare, perché fuggiva

(oppure: – non era assicurato)

(oppure: – era posto in circolazione contro la volontà del proprietario).

3) Il sig. ……………., investito, riportava le seguenti lesioni: …………………………………………., come da certificazione medica che si allega alla presente.

5) Vi sono testimoni dell’accaduto che sono intervenuti per i primi soccorsi : i sig.ri …………. e ………………….

6) Soccorso tempestivamente presso l’ospedale di …………………., venivano prescritti ………… giorni di assoluto riposo e terapie mediche, come da referto medico che si allega in copia.

7) La malattia è cessata in data …………………., come da certificato di avvenuta guarigione con/senza postumi. I giorni per I.T.T. sono ………………………; i giorni per I.T.P. sono ………………….. (i punti percentuali di invalidità sono ………………., oltre danno morale).

8) La responsabilità del sinistro è da attribuire al veicolo che ha cagionato il sinistro, perché ha violato l’articolo ……………….. del codice della strada.

9) Veniva sporta anche regolare querela, perché  il conducente non solo cagionava le gravi lesioni descritte in violazione degli articoli 589 e 590 del codice penale, ma ometteva di prestare i primi e necessari soccorsi in violazione dell’art. 593 del codice penale.

10) Il sinistro è avvenuto in ……………….., nella regione ………………., pertanto l’impresa designata quale fondo vittime è la vostra spettabile società.

11) Non è stato possibile rilevare tipo e targa del veicolo responsabile (oppure: è stato possibile rilevare i seguenti dati del veicolo responsabile: ……………………………………).

12) I danni a cose riportati, ai sensi dell’art. 283, lettere b), c), d), d.lgs. 209/2005 sono i seguenti: …………………………… ed ammontano ad euro …………………………

13) I danni fisici alla persona per invalidità temporanea sono i seguenti: I.T.T. ……………….. giorni per euro ……………… = euro ……………..; I.T.P. ……………….. giorni per euro ………………. = euro ………………..; oltre euro ………………… per spese di radiografia ed euro ………………….. per medicinali. Il tutto come da documentazione medica allegata (referto della clinica ………………….., certificato del reparto di ortopedia della casa di cura ………………….. e certificato del dott. …………………..). A tale somma deve essere aggiunto il danno biologico, comprendente il danno permanente del ……………….%, come da c.t.p. che si allega, per la somma di euro ………………….. ed il danno morale per la somma di euro ……………………….. Il totale del danno biologico è quantificato nella somma di euro ………………. o nella somma maggiore o minore che sarà stabilita dal giudice in corso di causa.

Ciò premesso,

VI INVITO

al risarcimento dei danni fisici e dei danni a cose (nei casi previsti dalle lettere b), c), d), dell’art. 283 del d.lgs. 209/2005, in favore del mio assistito, nel termine di 60 giorni, ai sensi dell’art. 283, citato, con l’avvertimento che in mancanza si procederà giudizialmente.

Comunico che il danneggiato è a vs. disposizione per essere sottoposto a visita del vs. medico fiduciario e potrà essere concordato appuntamento telefonico contattando questo studio legale o l’interessato al n. ……………..

Anche le cose danneggiate restano a disposizione per gli eventuali accertamenti peritali per otto giorni non festivi consecutivi a far data dalla ricezione della presente al seguente indirizzo …………., previo appuntamento telefonico al n. …………

 

Si allegano:

1) copia querela;

2) certificazione medica;

3) copia codice fiscale del danneggiato;

4) copia dichiarazione dei redditi del danneggiato (o busta paga del danneggiato);

5) certificato medico di avvenuta guarigione, con/senza postumi (oppure: appena sarà conclusa la malattia sarà inviato il relativo certificato comprovante l’avvenuta guarigione);

6) preventivo danni a cose;

7) certificazione relativa all’eventuale diritto del danneggiato a percepire l’indennità di malattia da un ente di assicurazione sociale.

 

(luogo e data)

                                                                       Avv. ………………………

CONTATTACI SUBITO

Tel. Fisso

Cellulare

WhatsApp

E-Mail