FACEBOOK TWITTER 081- 579 28 32 339 850 14 36

Errori sanitari. Ecco i casi più frequenti trattati dal nostro studio legale

Errori sanitari. Ecco i casi più frequenti trattati dal nostro studio legale

Di seguito una lista degli errori sanitari maggiormente trattati dallo Studio Legale SAL

Casi di malasanita risolti con successo

Gli errori sanitari trattati dallo studio legale SAL nei vari anni di attività sono i seguenti:

Errore sanitario in Ortopedia:

  • errata esecuzione di interventi chirurgici di: Acromion plastica, Alluce valgo, Artroscopia del ginocchio, Artroscopia della spalla, Dito a martello, Ernia discale ( lesione alle terminazioni nervose o al nervo motorio ), Miniscectomia, Plastica cuffia rotatori della spalla, Protesizzazione dell’anca,Protesizzazione del ginocchio ( protesi troppo corte )
    Protesizzazione della spalla, Ricostruzione del legame crociato anteriore, Spaziatore interspinoso, Stabilizzazione della spalla, Stenosi del canale lombare, Tunnel carpale
  • mancata sterilizzazione dei ferri chirurgici ed infezioni
  • mancato riconoscimento di frattura in sede di Pronto Soccorso agli arti superiore ed inferiore
  • approccio terapeutico sbagliato
  • errata diagnosi in seguito a mancata esecuzione di attente indagini
  • Lesioni al midollo spinale dovute alla non immobilizzazione della colonna vertebrale dopo una caduta.

Errore sanitario in Chirurgia:

  • interventi chirurgici mal riusciti
  • patologie non diagnosticate
  • interventi chirurgici errati
  • consenso informato: mancata corretta informazione dei pazienti circa le complicanze derivanti dall’intervento al quale vengono sottoposti.
  • intervento chirurgico eseguito senza che ne fosse necessario
  • Lesioni di nervi, vasi, organi adiacenti, durante interventi chirurgici.
  • Assistenza post-operatoria assente o scarsa
  • Garze e ferri chirurgici lasciati in corpo dopo gli interventi.
  • Emboli, tromboembolie per mancata terapia anticoagulante.
  • Infezioni post-operatorie.

Errore sanitario in Ostetricia e Ginecologia

  • neoplasia all’ apparato ginecologico diagnosticata in ritardo
  • morte o lesioni fisiche della gestante o del neonato,  perdita del feto.
  • errore diagnostico che consiste nel non avvedersi delle malformazioni del feto e mancata comunicazione alla gestante di scegliere se portare avanti la gravidanza o meno. In tali casi si parla di danno da nascita indesiderata
  • ritardo nell’esecuzione del parto cesareo o omessa considerazione della necessità di ricorrervi;
  • parto operativo vaginale con utilizzo di ventosa  con conseguente lesione all’apparato uro-genitale e anale della gestante;
  • ritardo nell’espletamento del parto con morte del neonato;
  • ipossie neonatali;
  • distocia della spalla del neonato;
  • frattura della clavicola;
  • lesioni del plesso brachiale,
  • omissione nel rilevare virus durante la gravidanza
  • Omessa diagnosi di placenta previa centrale, di distacco di placenta.
  • lesioni al feto a seguito di amniocentesi/villocentesi.
  • omesso monitoraggio di gravidanza ad alto rischio.
  • Feto morto per amniocentesi.
  • Diagnosi errate per malattie ginecologiche.

Errore sanitario in Oculistica

  • Non corretta esecuzione di intervento di glaucoma, cataratta, ipermetropia, astigmatismo , presbiopia;
  • presenza di infezioni nel corso dell’intervento chirurgico

Errore sanitario in Anestesia

  •  Morte del paziente  seguito di errore commesso dall’anestesista.
Errore sanitario in Oncologia
  • diagnosi di tumori omesse o ritardate per inosservanza di elementari misure di precauzioni o per sottovalutazione o mancato riconoscimento dei sintomi e dei segni
  • omessa compilazione dell’anamnesi o della terapia farmacologica
  • diagnosi fatta molto in ritardo, con un risultato della terapia spesso scadente.
  • Errori durante la trascrizione della terapia, ad esempio perché il medico non segna la cura in cartella clinica, ma si limita a somministrare i farmaci al paziente
Errore sanitario in Chirurgia estestica

Chirurgia del viso

  • Rinoplastica: peggioramento o comunque non miglioramento dell’aspetto estetico del naso, naso asimmetrico, disarmonico e sgradevole a livello estetico e pieno di piccole imperfezioni in seguito all’intervento chirurgico.
  • Blefaroplastica: asimmetrie dell’altezza delle due palpebre e cicatrici visibili o ipertrofiche.
  • Lifting del viso: presenza di tante piccole cicatrici in rilievo che compromettono il risultato estetico del rassodamento o persino peggiorano la situazione.
  • Otoplastica: permanenza di dorsi aguzzi e dai contorni irregolari lungo la piega antielicale, presenza di suture permanenti.
  • Aumento degli zigomi: infezioni in seguito ad intervento.
  • Mentoplastica: infezione con necessità di rimozione della protesi, asimmetrie, perdita di sensibilità cutanea, aderenze cutanee, ematoma, visibilità o dislocazione della protesi, aspettative non realistiche.

Chirurgia del seno

  • Mastoplastica: asimmetrie particolarmente visibili, presenza cicatrici estese ed abbastanza visibili, infezioni localizzate che causano delle ferite, problemi di apporto ematico in grado di causare la perdita totale o parziale del complesso areola-capezzolo, riduzione o perdita della sensibilità del capezzolo, il risultato ottenuto non è quello sperato dalla paziente.

Chirurgia del corpo

  • Liposuzione: irregolarità cutanee, eccesso cutaneo con pieghe visibili, aspettative.

Errore sanitario in Odontoiatria

  • cure canalari eseguite in maniera superficiale che comportano granulomi ( infezioni )
  • Corone in ceramica: utilizzo di materiale scadente che ha portato col tempo a gravi problemi gengivali ed infiltrazioni cariose nella giunzione dente-ceramica, dove lo sporco sarà ineliminabile con qualsiasi mezzo di pulizia, imprecisione estrema dei margini.
  • Perni moncone: frattura delle radici in seguito all’utilizzo di materiale economico di scarsa qualità.
  • Otturazioni: recidiva cariosa del dente, carie del dente vicino ed infiammazioni gengivali causate dall’utilizzo di materiali sbagliati e dalla fretta. Errata forma data all’otturazione causata da erronea scelta dei materiali.

Per ottenere maggiori informazioni sul servizio di risarcimento dei danni derivanti da errori sanitari é possibile contattare lo studio SAL ai numeri indicati nella pagina contatti.

CONTATTACI SUBITO

Tel. Fisso

Cellulare

WhatsApp

E-Mail