FACEBOOK TWITTER 081- 579 28 32 339 850 14 36

Coronavirus, come ottenere il rimborso del biglietto per treni e voli.

Coronavirus, come ottenere il rimborso del biglietto per treni e voli.

Ultimamente in Italia, a causa del continuo diffondersi del contagio derivante da Coronavirus ( sulla cui prevenzione e cura parleremo in altro post ), sono davvero tanti i disagi che stanno incontrando le persone che, col timore di restare infettate, hanno deciso di rinunciare ai propri viaggi. Nel contempo si pone il problema, non di facile soluzione, almeno per il momento, del come ottenere il rimborso del biglietto per treni e voli aerei.

La situazione rimborsi, come anticipato, è abbastanza controversa. Vediamo perché!

Partiamo col dire che non è previsto alcun rimborso del biglietto se l’utente ha rinunciato volontariamente al viaggio.

Questo perché al momento mancano del tutto provvedimenti governativi che disciplinano la situazione attuale.

Coronavirus: E’ possibile il rimborso del biglietto aereo?

Come è ormai noto, molti cittadini sia italiani che stranieri diretti in Italia, stanno rinunciando ai voli per paura di contrarre il virus frequentando i vari aeroporti.

Ovviamente le linee telefoniche delle compagnie aeree sono tempestate dalle telefonate dei vari utenti che chiedono informazioni sulla possibilità e le modalità di ottenere il rimborso del biglietto magari acquistato da mesi.

Purtroppo il rimborso non è dovuto se è stato il passeggero a rinunciare volontariamente al volo.

Infatti la normativa europea prevede il rimborso integrale del biglietto solo quando è la compagnia aerea a cancellare il volo.

Tuttavia l’Enac, proprio negli ultimi giorni, ha diramato una circolare consentendo il rimborso non solo per i voli cancellati ma anche per tutti quelli diretti verso Paesi che hanno deciso di applicare restrizioni nei confronti dei viaggiatori italiani.

Praticamente l’Enac ha precisato che chi ha prenotato un biglietto aereo, ma non potrà partire a causa delle cancellazioni del volo legate alle restrizioni disposte da alcuni Paesi per la paura da contagio del Coronavirus o a causa del blocco del volo per disposizione delle autorità, avrà il rimborso del prezzo del biglietto da parte del vettore.

In ogni caso è prevista la restituzione delle tasse aeroportuali purché la rinuncia avvenga prima del check-in.

Coronavirus: come ottenere il rimborso del biglietto Trenitalia ed Italo.

Al riguardo ci sono buone notizie per i viaggiatori!

Infatti sia Trenitalia che Italo consentono rimborsi integrali a tutti coloro che hanno deciso di rinunciare al viaggio a causa del virus Covid-19.

Tuttavia a precise condizioni. Vediamole!

Trenitalia rimborsa – con bonus elettronico – i viaggi acquistati entro il 23 febbraio per qualsiasi viaggio e indipendentemente dalla tariffa acquistata.

La richiesta può essere fatta compilando un modulo sul sito della compagnia ferroviaria ma anche rivolgendosi allo sportello di qualsiasi biglietteria entro l’1 marzo 2020. Per i biglietti acquistati tramite il Call Center è possibile richiedere il rimborso anche telefonando al Call Center Trenitalia ai numeri 06.3000 oppure 892021.

Solo per i biglietti regionali il rimborso in biglietteria sarà immediato, con riaccredito sullo strumento di pagamento utilizzato. Stessa modalità anche per chi lo richiede online, anche se in questo caso – per chi ha pagato in contanti – non sarà ovviamente immediato.

Diversa è invece la situazione per Italo.

L’utente infatti in tal caso potrà chiedere il rimborso solo per i viaggi “da realizzarsi entro il primo marzo nelle zone interessate dal contagio epidemiologico” acquistati entro il 23 febbraio scorso.

Ciò significa ad esempio che non è possibile ottenere il rimborso per viaggi da e per Salerno e Napoli, Roma e Firenze. Tuttavia anche qui la situazione è in evoluzione in quanto, purtroppo, focolai del virus sono stati individuati anche in tali città.

Comunque il rimborso sarà erogato tramite voucher utilizzabili sul sito di Italo.

Per ottenere il voucher da Italo è necessario chiamare il numero 060708 oppure inviare la richiesta via mail all’indirizzo cancellazioni@ntvspa.it indicando il codice del proprio biglietto nell’oggetto della mail.

Rimborso biglietti per gite scolastiche annullate per coronavirus.

Questa forse è la situazione più complicata.

Sono infatti tante le famiglie che avevano già acquistato il biglietto aereo per consentire ai propri figli di partecipare alle gite scolastiche.

C’è da dire al riguardo che il Governo italiano con provvedimento del 25 febbraio 2020 ha deciso di sospendere tutti i “viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado” fino al 15 marzo 2020.
Siccome le compagnie aeree, come abbiamo detto prima, non rimborsano se è stato l’utente a rinunciare al viaggio, è lecito chiedersi cosa possa avvenire in tal caso alla luce del decreto del Governo italiano.

Anche in tal caso bisogna attendere che il Governo emetta un decreto ad hoc che preveda il rimborso dei biglietti in favore dei genitori.

Occorre evidenziare al riguardo che tale possibilità sembra comunque abbastanza concreta.

Infatti il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzalina ha già preannunciato un provvedimento regolatore.

Non resta quindi che attendere ancora qualche giorno.

 

CONTATTACI SUBITO

Tel. Fisso

Cellulare

WhatsApp

E-Mail