FACEBOOK TWITTER 081- 579 28 32 339 850 14 36

Cosa fare in caso di denuncia ex art. 650 cp

Cosa fare in caso di denuncia ex art. 650 cp

In un precedente post abbiamo visto quali sono i rischi derivanti dall’inosservanza delle attuali disposizioni del governo italiano per quanto attiene agli spostamenti. Cerchiamo ora di capire quali sono in concreto le conseguenze nel caso in cui si venisse fermati per strada senza un valido motivo tra quelli previsti nel modello di autocertificazione, cosa fare in caso di denuncia ex articolo 650 c.p. e se tale condotta, alla luce del decreto legge del 25 marzo 2020 costituisce ancora reato.

Malgrado le ripetute raccomandazioni degli ultimi giorni, sono ancora tante le persone che non rispettano le attuali restrizioni e decidono di uscire di casa per motivi diversi dal lavoro, da questioni di salute o dalla necessità di fornirsi dei vari generi alimentari.

Tale comportamento, si ribadisce, è assolutamente inaccettabile in quanto così facendo si rischia di aumentare il contagio.

Cosa accade in questi casi se si viene fermati dai Carabinieri?

Come dicevamo, chi subisce un controllo da parte delle forze dell’ordine e non è capace di dimostrare la necessità della sua presenza per strada, dovrà:

  • preliminarmente identificarsi fornendo le proprie generalità.
  • eleggere il domicilio presso cui preferisce ricevere le future comunicazioni.
  • nominare un difensore di fiducia. In caso contrario gli verrà assegnato un difensore d’ufficio.

Aggiornamento: Fino al 25 marzo 2020, la Polizia o i Carabinieri procedevano a comunicare la notizia di reato per violazione dell’articolo 650 del codice penale.

Con il nuovo decreto legge, a far data dal 26 marzo 2020, il mancato rispetto delle misure di restrizione è punito con lasola  sanzione pecuniaria da 400 a 3.000 euro

Quindi in tal caso si commette un reato?

Fino al 24 marzo violare le norme costituiva reato!

Dal 25 marzo non è più così, in quanto come dicevamo si commette un illecito amministrativo che prevede l’irrogazione di una sanzione pecuniaria che va da € 400,00 ad € 3.000,00.

Se la violazione è commessa alla guida di un veicolo la sanzione è aumentata fino ad un terzo (e, quindi, fino a 4000 euro).

Le predette somme saranno raddoppiate in caso di recidiva.

Occorre evidenziare che tali sanzioni saranno applicate anche a coloro che hanno subito una denuncia per non aver rispettato le norme sulla restrizione.

Tuttavia, in tal caso, la sanzione amministrativa ssarà applicata nella misura minima ridotta alla metà. Quindi l’importo sarà di € 200,00 potrà essere ulteriormente ridotta del 30%  se la conciliazione viene effettuata entro 5 giorni dalla contestazione, cioè dal ricevimento del verbale, pagando quindi solo 140 euro.

Cosa accade se sono stato denunciato per 650 c.p.?

Chi entro la data del 24 marzo 2020 ha trasgredito la legge ed è stato denunciato ex art. 650 cp  non rishia più sotto il profilo penale in quanto le vecchie denunce saranno automaticamente sostituite dalla sanzione amministrativa di cui sopra.

 

 

********

Vuoi conoscere tutti i  servizi legali offerti dallo studio legale SAL ?

CONTATTACI SUBITO

Tel. Fisso

Cellulare

WhatsApp

E-Mail