FACEBOOK TWITTER 081- 579 28 32 339 850 14 36

Opposizione a decreto penale di condanna e oblazione

Opposizione a decreto penale di condanna e oblazione

Hai ricevuto la notifica di un decreto penale di condanna e ti stai chiedendo cosa fare?  Bene, sappi che in tale caso è possibile fare opposizione e chiedere, in presenza di determinati requisiti, l’oblazione.

Decreto penale di condanna, cosa significa?

Il decreto penale di condanna, previsto dall’art. 459 c.p.p., è una vera e propria condanna che tuttavia può essere solo di tipo pecuniario.

Infatti con il decreto penale di condanna l’imputato non potrà essere condannato ad una pena detentiva ( arresto o reclusione ) e se questa è prevista dalla norma penale sarà appunto convertita, come detto prima, in pena pecuniaria che può essere un’ammenda o una multa.

Tuttavia, ciò non significa che il decreto non abbia conseguenze penali.

Infatti, il decreto penale di condanna costituisce un precedente penale a tutti gli effetti!

Decreto penale di condanna, come difendersi?

Quando viene notificato un decreto penale la persona condannata ha poco tempo per decidere cosa fare, per la precisione 15 giorni.

Quindi è assolutamente opportuno prendere immediato contatto con un legale il quale, previa valutazione del caso concreto, avrà modo di consigliare il cliente sulla strategia migliore da adottare.

Potrebbe infatti essere preferibile, in presenza di testimoni e/o di elementi di prova a favore, optare per il dibattimento e difendersi quindi nel merito, piuttosto che patteggiare o chiedere la messa alla prova.

Opposizione al decreto penale di condanna

Come anticipato, è possibile proporre opposizione al decreto penale di condanna nel termine di 15 giorni dalla sua notifica.

Con l’opposizione è possibile:

  • Patteggiare.
  • Chiedere il giudizio abbreviato che garantisce un sconto di pena pari ad un terzo.
  • Chiedere la messa alla prova ovvero prestare lavori socialmente utili.
  • Optare per il processo penale con tutte le garanzia previste dal codice.
Opposizione a decreto penale di condanna e oblazione.

Nel caso in cui si decidesse di proporre opposizione, sarà possibile accedere all’istituto dell’oblazione.

Cosa significa oblazione?

L’oblazione penale è una causa di estinzione del reato!

Praticamente con l’oblazione non ci sarà condanna, la fedina penale resterà pulita e non ci sarà alcun procedimento penale. Il tutto dietro il versamento di una determinata somma di denaro!

L’oblazione può essere di due tipi, ordinaria e speciale.

Che differenza c’è tra oblazione ordinaria ed oblazione speciale?

L’oblazione normale è quella prevista per le contravvenzioni punite solo con l’ammenda. La particolarità è che non può essere rifiutata dal Giudice.

Diversa è invece l’oblazione speciale che può essere chiesta non solo per le contravvenzioni punite con l’ammenda ma anche per quelle punite con l’arresto, purchè sia alternative tra loro.

Per beneficiare quindi dell’oblazione speciale è necessario che la contravvenzione sia punita con l’arresto o con l’ammenda.

Occorre infine evidenziare che, diversamente dall’oblazione normale, l’oblazione speciale può anche essere respinta dal Giudice se il fatto commesso è stato valutato come grave.

E’ possibile scaricare in formato pdf un fac simile di opposizione a decreto penale di condanna e oblazione.

Quindi, se ad esempio durante il periodo di emergenza sanitaria da COVID 19 sono stato denunciato per aver violato l’art. 650 CP, posso chiedere l’OBLAZIONE?

Come abbiamo ampiamente discusso in un precedente post, sono migliaia le persone, pedoni o automobilisti, denunciate per non aver rispettato le restrizioni disposte dal Governo italiano per limitare il rischio di contagio da Coronavirus.

Il reato contestato alla stragrande maggioranza delle persone fermate dai carabinieri o dalla Polizia è quello previsto e punito dall’art. 650 c.p. ( codice penale).

AGGIORNAMENTO: Il nuovo decreto legge pubblicato dal Governo il 25 marzo 2020 ha sostanzialmente trasformato le sanzioni penali in violazioni amministrative. I trasgressori già denunciati pagheranno sol un anzione amministrativa. Per saperne di più consulta QUI il nostro precedente post.

In generale, comunque, ad una denuncia ex art. 650 cp segue la notifica di un decreto penale di condanna che prevede il pagamento di una somma di denaro.

Come abbiamo detto prima, il pagamento di tale somma equivale a condanna!

L’alternativa, una volta ricevuta la notifica del decreto penale di condanna per il reato previsto e punito dall’art. 650 cp, è quella di rivolgersi, entro 15 giorni dalla notifica, ad un avvocato per fare opposizione a decreto penale di condanna con richiesta di OBLAZIONE.

Trattasi in questo caso di oblazione speciale di cui abbiamo discusso prima.

Una volta fatta richiesta di oblazione, in caso di suo accoglimento, il Giudice stabilisce la somma da versare entro un determinato termine e lo comunica al richiedente.

Con il versamento di questa somma, il Giudice emette una sentenza di non doversi procedere e dichiara completamente estinto il reato commesso.

Ma non solo!

Infatti una volta accolta la domanda di oblazione non ci sarà alcuna traccia sul casellario giudiziale. Praticamente si rimarrà incensurati, requisito necessario ad esempio per partecipare ai concorsi.

Quanto costa l’oblazione per il reato previsto dall’art. 650 c.p. ?

Il reato di Inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità ex art. 650 c.p. è punito con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a € 206.

Quindi, in caso di oblazione la somma da pagare è di € 104 ,00 (la metà di euro 206 ) cui aggiungere le spese di giustizia che ammontano a circa 80 euro.

******

Vuoi conoscere tutti i  servizi legali offerti dallo studio legale SAL ?

CONTATTACI SUBITO

Tel. Fisso

Cellulare

WhatsApp

E-Mail