FACEBOOK TWITTER 081- 579 28 32 339 850 14 36

La remissione di querela

La remissione di querela

La remissione della querela è l’atto con il quale vengono meno gli effetti di una querela già presentata e può essere considerata come la manifestazione della volontà del querelante di non dare seguito ad una azione penale già instaurata.

Essa può essere svolta in ogni stato e grado del procedimento e comporta che le spese del procedimento siano poste a carico della persona querelata, salvo patto contrario.

Affinchè la remissione sortisca i suoi effetti è però necessaria un’accettazione della persona querelata. L’accettazione può aversi sia durante il processo che al di fuori di esso.

In quest’ultimo caso la remissione della querela può, ai sensi dell’art. 152 cp, essere espressa o tacita.

La remissione delle querele può essere reciproca e, se viene effettuata dopo la sentenza di condanna, ha come effetto immediato l’estinzione del reato anche nei confronti del condannato purchè questi non abbia proposto impugnazione avverso la sentenza di condanna e che l’atto di remissione abbia investito tutti i fatti oggetto del procedimento penale.

La remissione della querela può anche essere presentata dall’avvocato difensore del querelante purchè sia munito di procura speciale.

E’ importante sapere che la querela già presentata non può essere ritirata quando si riferisce a talune fattispecie riguardanti violenza sessuale o reati di natura sessuale in danno di minori, poiché la querela è in tali casi irrevocabile.

CONTATTACI SUBITO

Tel. Fisso

Cellulare

WhatsApp

E-Mail