FACEBOOK TWITTER 081- 579 28 32 339 850 14 36

Denuncia malasanità. Conviene denunciare?

Denuncia malasanità. Conviene denunciare?

Generalmente la persona che ritiene di essere rimasta vittima di un errore sanitario si pone i soliti interrogativi ovvero se conviene sempre denunciare un errore medico ( c.d. denuncia malasanità) e come denunciare un caso di malasanità.

Infatti, tutte le volte in cui ci si trova di fronte ad un errore del medico o dell’Ospedale, la persona danneggiata può scegliere se agire civilmente richiedendo il risarcimento danni per malasanità oppure agire penalmente chiedendo la punizione del sanitario colpevole.

Queste due strade sono completamente diverse l’una dall’altra in quanto nel primo caso  ( azione civile ) si fa causa al medico o all’Ospedale per ottenere il ristoro dei danni.

In tal caso è necessario rivolgersi ad un avvocato esperto in malasanità il quale citerà in giudizio i responsabili dell’evento per ottenere la loro condanna al pagamento di una somma in favore della vittima di malasanità.

Denuncia malasanità

Nel secondo caso invece ( denuncia malasanità ) entriamo nell’ambito penale. Infatti la denuncia è una notizia di reato.

Quando infatti si decide di denunciare un caso di malasanità, ad esempio per un intervento sbagliato, non si fa altro che portare all’attenzione del Pubblico Ministero l’esistenza di un reato.

Conviene denunciare?

Fatta questa premessa, è interessante ora capire se è o meno sempre conveniente rivolgersi all’autorità giudiziaria penale per denunciare un caso di malasanità.

La risposta è no, specialmente se la priorità della vittima è quella di ottenere il solo risarcimento dei danni.

Questo perché, innanzitutto, in caso di denuncia tutto è nelle mani di un P.M. con inevitabile dilatarsi dei tempi che evidentemente non possono essere controllati dalla persona interessata.

In secondo luogo, denunciando un errore medico, non è possibile proporre una causa all’Ospedale o alla struttura privata ( ad es. clinica privata) ma solo alle persone, vigendo in penale il principio secondo cui la responsabilità penale è personale.

In ultimo, in sede penale, è molto più difficile ottenere giustizia rispetto ad una causa civile.

Infatti, nel processo penale la condanna viene emessa solo in presenza della certezza  della colpevolezza, mentre in sede civile vige il principio del “più probabile che non”.

In ogni caso, qualora si decidesse di procedere penalmente, occorre a questo punto comprenderne il modo e quindi in definitiva sapere come denunciare un caso di malasanità.

Innanzitutto per presentare una denuncia per malasanità è necessario rispettare i seguenti termini a seconda che si tratti di denuncia oppure di querela:

– denuncia malasanità ( ad es. per omicidio colposo ): non ci sono termini da rispettare.

– querela malasanità ( ad es. in presenza solo di lesioni personali in assenza di morte ): entro tre mesi dal giorno in cui si ha avuto notizia del fatto di reato.

Si precisa, invece, che nel caso in cui si optasse per l’azione civile piuttosto che per quella penale, la domanda di risarcimento danno per malasanità va fatta entro ben 10 anni.

La denuncia può essere fatta in forma scritta, presentandola ad esempio presso una qualsiasi stazione dei carabinieri, oppure in forma orale presentandosi presso l’ufficio delle forze dell’ordine esponendo i fatti.

In conclusione, se si ritiene di essere rimasti vittima di malasanità, conviene sempre ( o quasi sempre ) agire esclusivamente in ambito civile.

Il consiglio che lo studio legale SAL sente di dover dispensare è quello di rivolgersi in ogni caso e da subito ad un avvocato esperto in materia che sia in grado di valutare attentamente ciascun caso con l’aiuto di un medico legale.

Al riguardo si precisa che lo studio SAL è specializzato nell’offrire assistenza in tutta Italia nel campo della malasanità senza richiedere alcun anticipo ai propri clienti ed avvalendosi di validi medici legali.

CONTATTACI SUBITO

Tel. Fisso

Cellulare

WhatsApp

E-Mail