FACEBOOK TWITTER 081- 579 28 32 339 850 14 36

Incidente con veicolo non assicurato. Come comportarsi?

Incidente con veicolo non assicurato. Come comportarsi?

Purtroppo in Italia sono sempre più frequenti i casi di persone coinvolte in un incidente con veicolo non assicurato oppure non identificato. Come comportarsi in tali casi?

Incidente con auto non assicurata

Quando si verifica una situazione del genere diventa davvero arduo per l’utente della strada ottenere il risarcimento dei danni subiti.

Proprio per tale motivo lo studio legale SAL consiglia tutte le persone coinvolte in un incidente con veicolo non assicurato o fuggito di mettersi in contatto immediatamente con lo studio legale il quale avrà modo di valutare accuratamente il caso sottoposto e procedere con la pratica di risarcimento danni.

Pertanto, solo uno Studio Legale specializzato come SAL è nelle condizioni di consentire alla persona danneggiata di ricevere il giusto risarcimento.

L’azione giudiziaria in caso di incidente con veicolo non assicurato oppure non identificato deve essere comunque sempre preceduta, ai sensi dell’art. 287 del codice delle assicurazioni, da una lettera di messa in mora da inviare all’impresa assicurativa designata quale Fondo Vittime della Strada.

L’Azione giudiziaria può essere intrapresa decorsi 60 giorni dal ricevimento della raccomandata per le ipotesi A, B, D e decorsi sei mesi per l’ipotesi C.

Ipotesi A – sinistri causati da veicoli non identificati

La richiesta di risarcimento danni va inoltrata direttamente all’Impresa Designata competente per territorio e alla Consap Spa nella qualità di gestore del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

Ipotesi B – incidente con veicolo non assicurato.

La richiesta di risarcimento danni va inoltrata direttamente all’Impresa Designata competente per territorio ( per conoscere gli indirizzi ai quali inviare le richieste di risarcimento danni clicca qui ) e alla Consap Spa nella qualità di gestore del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

Ipotesi C – sinistri causati da veicoli assicurati con Imprese poste successivamente in l.c.a.

In questa ipotesi si distinguono tre procedure:

  • Liquidazione dei danni a cura dell’Impresa Designata (art. 286 del Codice delle Assicurazioni Private).
  • Liquidazione dei danni a cura del Commissario Liquidatore dell’Impresa in liquidazione coatta (art. 293 del Codice delle Assicurazioni Private).
  • Liquidazione dei danni a cura dell’Impresa Cessionaria (Legge n. 738 del 24.11.1978):
    sinistri causati da assicurati con polizze di Imprese il cui portafoglio r.c. auto è stato trasferito ad altra Compagnia: la richiesta di risarcimento deve essere inoltrata direttamente alle Imprese Cessionarie, nei confronti delle quali va anche esercitata l’eventuale azione giudiziaria.

Ipotesi D – sinistri causati da veicoli posti in circolazione contro la volontà del proprietario.

La richiesta di risarcimento danni va inoltrata direttamente all’Impresa Designata competente per territorio e alla Consap Spa nella qualità di gestore del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada

Ipotesi D – bis) – sinistri causati da veicoli spediti nel territorio della Repubblica Italiana da un altro Stato dello Spazio Economico Europeo (Paesi della UE + Islanda, Norvegia e Lichtenstein) avvenuti nel periodo intercorrente dalla data di accettazione della consegna del veicolo e lo scadere del termine di 30 giorni.

La richiesta di risarcimento danni va inoltrata direttamente all’Impresa Designata competente per territorio e alla Consap Spa nella qualità di gestore del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada

Ipotesi D – ter) sinistri causati da veicoli esteri con targa non corrispondente o non più corrispondente allo stesso veicolo.

La richiesta di risarcimento danni va inoltrata direttamente all’Impresa Designata competente per territorio e alla Consap Spa nella qualità di gestore del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

CONTATTACI SUBITO

Tel. Fisso

Cellulare

WhatsApp

E-Mail