FACEBOOK TWITTER 081- 579 28 32 339 850 14 36

Studio assistenza legale per sfratto per fine locazione

Studio assistenza legale per sfratto per fine locazione

Sfratto per fine locazione: che cos’è? Qual è la procedura? A chi poter chiedere assistenza? – Studio Assistenza Legale, specialisti negli sfratti per finita locazione!

Il nostro Studio Assistenza Legale fornisce una qualificata assistenza in tutta Italia a tutti coloro che necessitano di rientrare in possesso della propria abitazione.

Lo Studio nasce dall’idea di alcuni avvocati che, consapevoli dell’enorme velocità e potenzialità che offre la rete internet, hanno deciso di inaugurare il primo studio assistenza legale online.

Attraverso un’organizzazione altamente efficiente, accompagnata da una grande preparazione degli avvocati che ci compongono, vantiamo una grandissima qualità ed efficienza del nostro operato.

Grazie al nostro tariffario trasparente ed accessibile a tutti, vantiamo una grande clientela da oltre vent’anni.

Per riceve assistenza dello Studio Assistenza Legale potete contattare tramite mail, oppure fissare un appuntamento cliccando qui

Sfratto per fine locazione: che cos’è, quali sono le procedure?

Lo sfratto per finita locazione rappresenta un provvedimento con cui il giudice impone all’inquilino di lasciare l’abitazione riconsegnandola al proprietario. Questo permette al proprietario della casa ceduta in locazione di munirsi del titolo esecutivo per rientrare in possesso del proprio immobile.

Questa procedura di sfratto per finita locazione non può essere attivata prima della scadenza del contratto d’affitto, però se si teme che alla scadenza del suddetto termine l’inquilino non voglia lasciare l’immobile, allora si può dare inizio ad un procedimento di licenza per sfratto per fine locazione.

In linea generale le procedure principali per lo sfratto sono due:

  • Per finita locazione: avviene alla scadenza del contratto di locazione, per tale il conduttore deve riconsegnare l’immobile al locatore;
  • Per morosità: può essere richiesto dal locatore, quando l’affittuario non adempi ai pagamenti del canone d’affitto pattuito e/o agli oneri accessori.

Secondo articolo 657 del Codice di Procedura Civile: Intimazione di licenza e di sfratto per fine locazione, “Il locatore o il concedente può intimare al conduttore, all’affittuario coltivatore diretto, al mezzadro o al colono licenza per finita locazione, prima della scadenza del contratto, con la contestuale citazione per la convalida, rispettando i termini prescritti dal contratto, dalla legge o dagli usi locali.

Può altresì intimare lo sfratto, con la contestuale citazione per la convalida, dopo la scadenza del contratto, se, in virtù del contratto stesso o per effetto di atti o intimazioni precedenti, è esclusa la tacita riconduzione”.

Per quanto concerne la procedura, questa inizia attraverso l’intimazione di sfratto per finita locazione da parte del proprietario, con citazione per ottenerne la convalida di sfratto per finita locazione.

Nella citazione vi dovrà essere l’avvertimento al convenuto che, in caso di mancata comparizione o opposizione, il giudice potrà provvedere alla convalida dello sfratto.

Tra il giorno della notifica e quello dell’udienza non possono trascorrere meno di venti giorni e le parti devono costituirsi in giudizio mediante o deposito di questa notifica o comparsa di risposta in cancelleria o presentando questi documenti dinanzi al giudice durante l’udienza.

sfratto per fine locazione

Sfratto per fine locazione: cosa succede all’udienza?

Compresa la procedura sfratto per fine locazione, ora possiamo inoltrarci nell’udienza di convalida di sfratto. Questa si svolge in diversi modi, tutto in base al comportamento dell’affittuario.

Se questi non compare all’udienza, il giudice emetterà un’ordinanza di convalida che costituisce il titolo di esecuzione per lo sfratto per fine locazione e quindi il conduttore dovrà abbandonare l’immobile nel termine stabilito.

Se invece intende contestarla, potrà poi opporsi. Se tale opposizione non è fondata con prove scritte, il giudice dovrà pronunciare ordinanza non impugnabile di rilascio. Infine, se il locatore non si presentasse all’udienza di convalida, il procedimento viene estinto e verrà fissata la data dell’esecuzione dello sfratto.

CONTATTACI SUBITO

Tel. Fisso

Cellulare

WhatsApp

E-Mail